Uh, ma come te la prendi eh?

Ebbene, questo articolo è buttato giù senza schemino a penna, (mamma come sono OLD STYLE) quindi scriverò periodi brevi e concisi, a tratti acidi e volgari, spero possiate perdonarmi.

Tempo fa vi raccontai di aver incontrato una vecchia amica, e dei mille pensieri che mi feci sul come formulare la frase :” come sei dimagrita! Come stai bene!”
Stai bene rispetto a cosa?
Rispetto a quelli che sono i canoni di bellezza socialmente condivisi.
Sostanziali stronzate, dalle quali forse la mia vecchia amica cercava di scappare.
I canoni di bellezza socialmente condivisi comprendono ultimamente i risvoltini ai pantaloni, e io ancora credo che le persone siano molto molto di più.

Dirai “e va beh, ma tu te ne accorgi, c’hai l’occhio per i cambi di peso”.
Ecco, inizia a pensare se è il caso o meno di parlare da qui in avanti.

Questo incontro, mi aveva spinto – proprio perchè forse c’ho l’occhio- a una riflessione che faccio bene o male ogni giorno, da quando faccio il mio lavoro.

Si semplifica sostanzialmente così:

Istinto:
UH COME VORREI FARE UN COMMENTO sul fatto che sia dimagrita (che sembra carino e in buona fede, ma non l’ho filtrato)

Emisfero sinistro:giphy
“E’ IL CASO DI FARLO COSì SU DUE PIEDI?”
(senza sapere perchè ha perso peso /come ha perso peso/quanto le sia costato perdere peso?)

Risposta all’emisfero sinistro:
“NON NE SONO SICURA”
(complimenti, sei molto razionale)
oppure “NO”
(complimenti, sei molto razionale e prendi decisioni in fretta).

Quando una persona fa (o prova a fare) un cambiamento nella sua vita, noi dovremmo sostanzialmente tacere o entrare di a piedi scalzi, solo ed esclusivamente se questa persona con viva voce (non l’altoparlante) ci invita ad entrare.
Ma sempre in silenzio.
giphy
Il cambiamento è una cosa seria.
E’ per questo che ce l’ho con le detox .
Il cambiamento è una cosa impegnativa.
Richiede sforzo e costanza.
Due cose che non è sempre semplice tirare fuori e lasciare fuori fino a che si sia cambiati. E dopo.

In alcuni corsi di formazione prendono il cambiamento così sul serio, che ti suggeriscono di cambiare continuamente per non temerlo.
Per abituarti a non essere mai uguale.
“Fai una nuova strada per andare a lavoro, per tutta la settimana non legarti i capelli…”

Quello con il proprio corpo, con il peso e di conseguenza con la dieta, è un legame complesso.
Cibo e mente sono legate di un legame che (per fortuna) non si scioglie.
A volte grandi amiche, di quelle che vanno al bagno insieme.
A volte finte amiche, di quelle che vanno al bagno insieme, ma poi si pugnalano alle spalle.
(è un esempio infantle, lo so, ma calza.)

giphy (1)

Chi cerca di fare un cambiamento che passa per il cibo, ha deciso di giocare una partita impegnativa.
Perchè la gioca ogni giorno, per più di una volta al giorno, con o contro il cibo, con e contro i pensieri legati al cibo e già così basterebbe.
Ma ci sono da aggiungere anche ciò che le persone pensano del tuo rapporto col cibo.
Cosa penserà tua madre, tua nonna, le tue amiche.
Vogliamo davvero aggiungere anche ciò che le persone DICONO in merito?

So che se qualche volta ti è uscito un “come stai bene ora!” “quanto sei dimagrita!” “oh, hai preso qualche chilo, stai meglio!”  o frasi simili l’hai fatto in assoluta buona fede e di getto.
Mia nonna lo fa sempre. Io non mi peso perchè lei si accorge della minima variazione, espressa in grammi.
Ha paura che muoia di fame, non so.
Ai tempi suoi non c’era il Carrefour.
Si può ancora comprendere.

Ma noi lo sappiamo che il carrefour c’è e che, in questo lato del mondo, difficilmente moriremo di fare.

Facciamo un esperimento di stile.
Per i prossimi amici, conoscenti che variano il loro peso infischiatene se a cena prendono la tagliata di pollo con la rucola invece della cacio e pepe e parla, che so, della Roma, del Trono di Spade o della nuova borsa che hai comprato.

Ora che hai riflettuto su questi meccanismi, di non fare domande di getto tipo:
” Sei a dieta e mangi il gelato?” (semicit.)
“Devi aumentare le verdure e ridurre gli zuccheri!”
“Ma che non lo sai che le patate lesse non vanno bene?”.
Fai l’amico, che per fare il dietista* c’è già un sacco di concorrenza.

A tutti quelli che queste domande le ricevono,e sono infastiditi, sto per pubblicare un articolo per niente serio con le risposte da dare.

 

*Dietista =comprende sempre tutte e tre le categorie, voglio bene ai biologi nurizionisti e ai medici nutrizionisti.
* Grazie a una di voi, per avermi ispirato questo articolo e il prossimo e avermi concesso di scriverli.

 

Annunci

2 pensieri su “Uh, ma come te la prendi eh?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...